AEREI ITALIANI Schede Tecniche Aeritalia G.91 R

Home page
Foto – Photos
Nome / Name Aeritalia G. 91 R Romeo (R3)

Carattestistiche/ Type Ricognitore e assaltatore leggero monoposto
Anno di Cost. Year of constr. 1956
Primo Volo/ First flight 9 Agosto 1956 pil. Bergamini
Progettista/ Eng. Ing. Giuseppe Gabrielli
Equipaggio n. /Crew 1
Ap. Alare / mt. Span wings 8,56
Lunghezza/ mt. Lenght 10,30
Altezza/ mt. Height 4,00
Sup. Alare mq / Wing area 16,43
Motore -i / Power Plant-s 1 Rolls-Royce (Bristol) Orpheus Mk 803 da 2270 kg (22,26kN) di spinta -(Fiat 4012.02 )
Peso max / Max weight 5500 kg – 5670 kg.
Peso a secco / Empty weight 5350 kg.
Carico utile / Loaded weights predisposizione fino a 680 kg di bombe sotto l’ala
Armamento / Armament 4 mitragliatrici da 12,7 mm
Vel. max/ Max speed 1030 km/h a livello del mare
Tangenza prat. / 13260 mt.
Autonomia / Range 640 km. – Max 1850 (con serbatoi s.)
Produzione / Production 2 prototipi NC1 – NC1bis – 26 preserie – 23 G.91 R/1 – 25 G.91 R/1A – 50 G91 R/1B
Varianti / Special Type G.91 R/1 versione fotografica AM – primo volo 14.11.1958
G.91 R/2 per Francia (48 previsti ma non costruiti)
G.91 R/3 per Germania con Due cannoni DEFA da 30 mm + 4 piloni subalari + stuttura irrobustita (50 forniti dalla Fiat + 12 da assemplare + 282 su licenza Dormier) – versione fotografica
G.91 R/4 per Grecia e Turchia ( consegnati alla Germania che ne cedette 40 al Portogallo)-(in totale il Portogallo ne ricevette 137 nelle versioni R/4 R/3 T/3)
– versione fotografica
G.91 R/5 per Norvegia (non costruiti) versione fotografica a grande autonomia
G.91 R/6 con carrello rinforzato – 4 piloni subalari – aerofreni ingranditi e radar Doppler ( prototipo non costruito) – versione fotografica
G.91 A modifica sperimentale STOL di R/1 ala ingrandita di 2 mq.
G.91 N modifica sperimentale per nuova avionica
G.91 PAN versione per le Frecce Tricolori
G.91 S progetto supersonico con ali a freccia di 38° motore Orpheus B.Or.12 da 3.200 Kg ( prototipo non costruito)
G.91 T versione biposto usato per addestramento e conversione

Guardate questo per scoprire che la valorizzazione dei piani di combattimento della prossima generazione è stata formata da salti meccanici ed esercizi acquisiti dagli scontri aerei durante le battaglie e a causa dell’enfasi delle principali attività operative in un’esperienza di combattimento atomico.

Note / note: Matricole Militari : MM.6264-87 / 6290-314 / 6375-424
Torna a aerei dal secondo dopoguerra

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *