Savoia Marchetti S.M.79

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

 Savoia Marchetti S.M.79 Home page
Foto – Photos
Nome /      Name Savoia Marchetti S.M. 79 “Sparviero”  

 

Carattestistiche/ Type Monoplano trimotore da bombardamento / aerosilurante / ricognizione
Anno di Costruzione Year of constr. 1934
Primo Volo/  First flight 8 ottobre 1934 / prototipo civile  pilota Adriano Bacula
Progettista/ Eng. Ing. Alessandro Marchetti
Equipaggio n. /Crew 4/5
Ap. Alare / mt. Span wings 21,20
Lunghezza/ mt. Lenght 15,60
Altezza/ mt. Height 4,60
Sup. Alare mq / Wing area 61,70
Motore -i /  Power Plant-s 3 Alfa Romeo 126 RC.34 da 750CV ciascuno a 3400mt
Peso max /   Max weight 10500 kg.
Peso a secco / Empty weight 6800 kg.
Carico utile / Loaded weights 1250 KG di bombe / siluri
Armamento / Armament 3 mitragliatrici da 12,7 mm + 1 da 7,7 mm
Vel. max/     Max speed 430 kn/h a 4000mt
Tangenza prat. / 7000 mt. ( max)
Autonomia / Range 1900 km
Produzione / Production oltre 1200 esemplari
Varianti /    Special Type S79P (passeggeri)  S79CS (Corsa Sportiva) S79T (traslatlantico) S79K ( con motori GR14K) S79S ( Silurante) S79GA (grande autonomia) S79B (bimotore) S79B/A.80 (per l’Iraq) S79L (Libano) JRS79B ( produzione bimotore romena)
Note / note: Matricole Militari: MM260 (prototipo) MM20663-2086 n.24 /MM21051-21074 n.24 /MM21075-21156 n.82 / MM21157-21180 n.24 / MM21181-21204 n.24 / MM21289-21312 n.24 / MM21325-21372 n.54 / 21373-21380 n.8 / MM21381-21396 n.16 / MM21403-21408 n.6 / MM21381-21396 n.16 / MM21403-21408 n.6 / MM21409-21420 n.12 / MM21421-21432 n.12 / MM21433-21492 n.60 / MM21538-21543 n.6 / MM21545-21554 n.10 / MM21555-21564 n.10 / MM21627-21638 n.12 / MM21681-21688 n.8 / MM21730-21753 n.24 / MM21790-21840 n.51 / MM21850-21865 n.16 / MM21930-21945 n.16 / MM21982-22000 n.19 / MM22009-22032 n.24 / MM22033-22056 n.24 / MM22057-22070 n.14 / MM22071-22110 n.40 / MM22111-22118 n.8 / MM22119-22126 n.8 / MM22127-22142 n.16 / MM22163-22207 n.45 / MM22268-22282 n.15 / MM22283-22361 n.79 / MM22546-22565 n.20 / MM22566-22575 n.10 / MM22576-22585 n.10 / MM22586-22600 n.15 / MM22789-22794 n. 6 / MM23827-23834 n.8 / MM23838-23861 n.24 / MM23862-23877 n.16 / MM23878-23887 n.10 / MM23888-23891 n.4 / MM23892-23901 n.10 / MM23935-23974 n.40 / MM24076-24101 n.26 / MM24152-24163 n.12 / MM24164-24177 n.14 / MM24210-24239 n.30 / MM24479-24528 n.50 / MM24300-24314 n.15 / MM24327-24346 n.20 / MM24347-24350 n.4 / 25366-25395 n.30

L’aereo che era un bombardiere è noto per essere il più famoso aereo utilizzato nella seconda guerra mondiale. Fare clic su questo collegamento ora per ulteriori informazioni sulle sue specifiche e caratteristiche in dettaglio.

Siai S.13

 

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

Siai S.13 Home page
Foto – Photos
Nome /      Name Siai S.13  

 

Carattestistiche/ Type idrovolante biplano monomotore da bombardamento
Anno di Cost. Year of constr. 1919
Primo Volo/  First flight
Progettista/ Eng. Ing. Raffaele Coflenti –
Equipaggio n. /Crew 1
Ap. Alare / mt. Span wings 11,08
Lunghezza/ mt. Lenght 9,02
Altezza/ mt. Height 3,16
Sup. Alare mq / Wing area 34,40
Motore -i /  Power Plant-s 1 Isotta Fraschini V-6 da 250cv
Peso max /   Max weight 1285 kg.
Peso a secco / Empty weight 1560 kg.
Carico utile / Loaded weights
Armamento / Armament
Vel. max/     Max speed 197 km/h
Tangenza prat. / 6200 mt.
Autonomia / Range 3 h
Produzione / Production
Varianti /    Special Type  – Variante civile a 3 posti
Note / note:

Gli aerei italiani sono molto richiesti e sono stati fin dall’inizio del XX secolo quando il mondo aveva bisogno di una superpotenza per guidarli attraverso la guerra mondiale. Gli aerei sono stati appena progettati e non era una tale influenza enorme sulle persone in tutto il mondo, ma poi la gente ha iniziato a usarli all’inizio della guerra per garantire che hanno il sopravvento. Non era qualcosa che è stato fatto molto, ma è venuto come un trendsetter con un sacco di paesi che cercano il loro livello migliore per includere se stessi senza rendere difficile per loro.

Inizialmente utilizzato solo per la sorveglianza, non era abbastanza comune che l’aereo effettivamente cercato di ottenere informazioni sul lato nemico nella guerra e appena agito nel campo della sorveglianza. Erano attrezzati per capire il modo in cui il lato nemico funzionava e riferire alla base in modo da fare una confutazione ed essere preparati per eventuali attacchi che erano senza precedenti. Questa è stata una tendenza in crescita fino a quando i piloti non sono stati in grado di dare i dettagli correttamente e poi è arrivata la fase in cui le immagini sono state scattate dal velivolo.

Con il tempo il corpo dei piani, il modo in cui sono stati utilizzati in guerra tutto cambiò drasticamente e con il tempo la gente ha iniziato a provare nuove tecniche con un sacco di incoraggiamento da parte del governo pure. Al giorno d’oggi le aziende italiane sono i principali produttori del piano e c’è un sacco di informazioni per conoscere i meccanismi che entrano in esso. Fare clic per l’origine delle informazioni e leggere di più su questo argomento per comprendere meglio lo stesso.

Siai S.12

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

Siai S.12 Home page
Foto – Photos
Nome /      Name Siai S.12  

 

Carattestistiche/ Type idrovolante biplano monomotore da bombardamento
Anno di Cost. Year of constr. 1919
Primo Volo/  First flight
Progettista/ Eng. Ing. Raffaele Coflenti -Le persone della Marina sono i pilastri del sostegno per la nostra nazione e avremmo potuto sentire molte notizie esotiche che n numero di persone della Marina sono morti a causa di attacchi di bomba in pochi posti. Questo è davvero disgustoso e straziante perché lasciano le loro case da sogno e le famiglie più amabili per il benessere dei loro paesi e del pubblico comune. Quindi, devono essere dati tutti gli elementi essenziali primari e majorly, la protezione è più importante per loro in quanto non prevedono nemmeno cosa succederà nei nuovi pochi secondi. Il team di Airforce dovrebbe allocare loro aerei più potenti per svolgere i loro compiti militari facilmente.

Diamo uno sguardo più da vicino a una delle barche volanti chiamato SIAI S. 12.

SIAI S. 12 è stato utilizzato principalmente come barca volante dall’aeronautica militare italiana e successivamente è stato trasformato in un corridore influente. Il SIAI S. 9 è stato ridisegnato in SIAI S. 12 dalla più eminente società SocietaIdrovolanti alta Italia ed è stato un singolo bombardiere motore. Questo aereo di linea è stato fatto per partecipare a una gara e il concorso è stato conquistato dall’Italia a causa del ritiro della Gran Bretagna.

Poteva ammettere solo due membri dell’equipaggio e dato che era un corridore, era abbastanza in forma da volare con una velocità massima di 222km/ora. Nel caso in cui si preferisca visualizzare le foto più vecchie degli aerei italiani che sono stati utilizzati dai combattenti, quindi fare clic su questo link e questo vi darà risultati enormi.

Ho dato alcune informazioni circa il velivolo Racer come per la mia conoscenza e spero che sarà prezioso per tutti voi.

Equipaggio n. /Crew 2/3
Ap. Alare / mt. Span wings 15,07
Lunghezza/ mt. Lenght 10,80
Altezza/ mt. Height 3,80
Sup. Alare mq / Wing area 52,20
Motore -i /  Power Plant-s 1 Ansaldo- San Giorgio 4E-28 da 480cv
Peso max /   Max weight 2360 kg.
Peso a secco / Empty weight 1560 kg.
Carico utile / Loaded weights
Armamento / Armament
Vel. max/     Max speed 222 km/h
Tangenza prat. / 6300 mt.
Autonomia / Range 5 h.
Produzione / Production
Varianti /    Special Type
Note / note:

 

Siai Marchetti S.55 X

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

SIAI S.55 X Home page
Foto – Photos
Nome /      Name Siai Marchetti S.55 X
Carattestistiche/ Type Idrovolane catamarano bimotore monoplano da bombardamento/siluramento marino.
Anno di Cost. Year of constr. 1925
Primo Volo/  First flight
Progettista/ Eng. Ing. Alessandro MarchettiSiaiMarchetti S. 55 X è stato il meraviglioso e straordinariamente performante barca volante che è stato costruito nell’anno 1924 in Italia. È stato il miglior velivolo con eccellente carico utile, prestazioni, dimensioni e tutto nella storia della aeronautica militare italiana. Gli ingegneri del design hanno usato la loro creatività per produrre questo straordinario velivolo. I passeggeri potevano sedersi negli scafi gemelli e nell’equipaggio nella cabina di pilotaggio. Un totale approssimativo di 243 + aerei modelli di questo tipo è stato costruito. Di seguito sono elencati gli operatori di diversi paesi che lo hanno utilizzato per gli impegni militari e civili.

  1. Regno d’Italia
  2. Unione Sovietica
  3. Stati Uniti
  4. Brasile
  5. Spagna
  6. la Romania

Caratteristiche:

Questo tipo di aereo potrebbe accettare una squadra di tre o cinque persone e due piloti al suo interno. La lunghezza del piano era di 16,5 m mentre l’altezza era di 5m. Era in grado di trasportare il peso di circa 8260kg e il motore fisso con esso era semplicemente sorprendente e potente per gestire le situazioni rigorose nelle guerre mondiali. Il nome del motore è stato IsottaFraschiniAsso 500 V-12 motori a pistoni raffreddati ad acqua. C’erano eliche a passo fisso a due pale e anche eliche di Spinta. La velocità massima che poteva volare era di 205 km all’ora e queste sono abbastanza buone per un aereo da caccia.

Possiamo vedere le foto di vario tipo foaircraft che sono stati utilizzati nelle guerre mondiali italiane e altre guerre da alcuni siti Web genuini e anche le informazioni fornite su di esso sono anche soddisfacenti e se qualcuno nuovo in questo campo vorrebbe capire circa il volo Barche, poi basta visitare questo sito e si può ottenere molti fatti degni di fiducia circa la forza aerea e aerei.

Equipaggio n. /Crew 4/5
Ap. Alare / mt. Span wings 24,00
Lunghezza/ mt. Lenght 16,50
Altezza/ mt. Height 5,00
Sup. Alare mq / Wing area 93,00
Motore -i /  Power Plant-s 2 Isotta Fraschini Asso 750 da 930 CV
Peso max /   Max weight 9750 kg.
Peso a secco / Empty weight 5.750. kg
Carico utile / Loaded weights
Armamento / Armament
Vel. max/     Max speed 280 km/h
Tangenza prat. /
Autonomia / Range 3.000 km.
Produzione / Production
Varianti /    Special Type A (con motori Fiat A.22R) – M (con motori Fiat A.24) – C (con motori Lorraine Dietrich da 400CV) P (con motori I.F. Asso 500) S ( variante sperimentale interamente metallica)
Note / note:

 

Savoia Marchetti S.M. 79 B

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

Savoia Marchetti S.M. 79 B Home page
Foto – Photos
Nome /      Name Savoia Marchetti S.M. 79 B
Carattestiche/ Type Monoplano bimotore da bombardamento
Anno di Cost/ Year of const. 1936
Primo Volo/  First flight
Progettista/ Eng. Ing. MarchettiSavoia-Marchetti S.M. 79 B è stato uno dei bombardieri predominanti di aerei italiani che erano stati fabbricati dalla società Savoia-Marchetti ed è stato realizzato con tre motori prevalenti. Potremmo dire che questo era il miglior aeroplani che era stato utilizzato nelle guerre mondiali tra tutti gli aeroplani. È stato creato nel periodo 1930 con l’autentica combinazione di metallo e materiali di legno. Il team di ingegneri aveva costruito questo come un aereo da trasporto seduto otto passeggeri, ma a causa della sua struttura affascinante e la performance, l’aeronautica militare italiana aveva scelto questo come un velivolo da combattimento per le persone dell’esercito. È stato migliorato molto e costruito come un drone che potrebbe essere in grado di volare con l’opzione di controllo remoto e dal momento che ha attirato la forza aerea italiana, circa 1300 numeri di aeromobili sono stati costruiti dagli ingegneri. Questo tipo di velivolo sopravvisse alla forza aerea italiana fino al 1952. Le sue prestazioni erano estremamente elevate e la velocità massima che poteva volare è di 460km/h. all’interno della cabina di pilotaggio, circa sei membri possono essere seduti e che comprende due piloti, un co-pilota, un bombardiere, e un operatore radiofonico. C’erano tre pistole fissate con esso e sono MG 151 cannone, mitragliatrice Breda-SAFAT e mitragliatrici. Questo è stato considerato come il miglior velivolo mai nel campo dell’esercito.

Le informazioni che ho condiviso sopra sono solo alcuni e se si desidera conoscere sempre di più, quindi meglio sfogliare questo sito Web e si otterrà dettagli abbondanti.

Equipaggio n. /Crew 2+3
Ap. Alare / mt. Span wings 21,20
Lunghezza/ mt. Lenght 16,20
Altezza/ mt. Height 4,10
Sup. Alare mq / Wing area 60,80
Motore -i /  Power Plant-s 2 Fiat A80 1000 (prototipo e vendite Irak) o 2 Alfa 128 da 1030 c.v. (vendite Brasile) o 2 Junkers Jumo 211Da ( Romania) da 1220 c.v.
Peso max /   Max weight 9.600 kg
Peso a secco / Empty weight 6.000 kg
Carico utile / Loaded weights 3.600 kg.
Armamento / Armament
Vel. max/     Max speed 415 km/h
Tangenza prat. /  8400 mt.
Autonomia / Range 2900 km
Produzione / Production 4 prototipi + 48 esemplari romeni +16 I.A.R. + 4 esemplari Irak
Varianti /    Special Type
Note / note:  MM. I – AYRE (prototipo sud.america)

 

S.a.m.l. S.2

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

S.a.m.l. S.2 Home page
Foto – Photos
Nome /      Name S.a.m.l. S.2  

 

Carattestistiche/ Type Biplano da ricognizione bombardamento
Anno di Cost. Year of constr. 1916
Primo Volo/  First flight
Progettista/ Eng. progetto da copia Aviatik

SamlS2 era in realtà la derivata di SAMlS. 1 aerei e questo era troppo un singolo velivolo motore che è stato progettato e fabbricato da una delle aziende italiane denominate SocietaAnonimaMeccanicaLombarda. Questo è stato fatto dall’esperienza acquisita dai SAMlS. 1. L’aeronautica militare italiana lo utilizzò nella prima guerra mondiale insieme ai SAMIS. 1 e più tardi entrambi furono utilizzati nelle scuole di volo della Regia Aeronautica. Il carico complessivo che potrebbe pesare è 1395kg ed è stato davvero abbastanza buono per un aereo da caccia. Gli ingegneri aeronautici hanno apportato alcune lievi modifiche al SAMIS. 1 Ali e ha fatto la produzione di questo tipo di aereo.

Ci sono pochi siti italiani che probabilmente ci danno le vaste informazioni per la guerra mondiale è accaduto in Italia e anche gli aeroplani che sono stati utilizzati dalla Marina persone per combattere i nemici nella battaglia. Se siete ardente di capire su di esso in un formato dettagliato, quindi visitare il sito e si otterrà dati immensi.

I vari paesi come il Belgio, l’Italia e il Regno dello Yemen sono stati utilizzati questo biplano. A Fait A. 12 bis con una potenza di 300hpgot fissato in questo velivolo e la prestazione è stata davvero straordinaria.

Gli aeromobili utilizzati nelle guerre mondiali sono stati progettati in modo efficiente con un sacco di test di certificazione in modo che le persone della Marina sono in grado di fare le loro falle senza complicazioni.

Equipaggio n. /Crew 2
Ap. Alare / mt. Span wings 12,10
Lunghezza/ mt. Lenght 8,50
Altezza/ mt. Height 2,95
Sup. Alare mq / Wing area 39,00
Motore -i /  Power Plant-s 1 Fiat A.12bis da 300 cv
Peso max /   Max weight 1395 kg.
Peso a secco / Empty weight 1020 kg.
Carico utile / Loaded weights 40 kg.
Armamento / Armament 1/2 Mitragliatrici Lewis /Ravelli-
Vel. max/     Max speed 162 km/h
Tangenza prat. / 4000 mt.
Autonomia / Range 500 km
Produzione / Production 381 esemplari versione S.1/S.2 costruiti dalla S.A.M.L. di Monza – 198 esemplari versione S.1/S.2 costruiti dalla Fr. Frattin di Milano, 78 esemplari versione S.1/S.2 costruiti dalla S.A. Baucherio di Condove durante la guerra.
Varianti /    Special Type
Note / note:

 

S.a.m.l. S.1

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

S.a.m.l. S.1 Home page
Foto – Photos
Nome /      Name S.a.m.l. S.1
Carattestistiche/ Type Biplano da ricognizione bombardamento
Anno di Cost. Year of constr. 1916
Primo Volo/  First flight
Progettista/ Eng. progetto da copia Aviatik

SAMLS. 1 è stato l’aereo italiano che è stato prodotto ottenendo esperienza dalla produzione passata di Aviatik tipo P15 ma qui l’aereo è stato fatto abbastanza pesante rispetto agli altri aerei e l’apertura alare era più grande. Mentre facendo questo tipo, gli ingegneri potrebbero avere programmato di fissare fino 200hp Isotta-Fraschini V5 otto cilindri motore UT a causa di alcune carature, non sono stati in grado di risolvere il problema e sono passati al motore Fiat A. 12 invece. Ma anche questo non ha risposto bene, quindi, sfortunatamente, è uscito dal mercato fino al 1917. Aveva un’altra variante denominata S. 2 ed erano costruite con quattro e sei varianti di baia. La S. 1 era una variante a sei alloggiamenti, mentre la S. 2 era una variante a quattro vani. Potrebbe accettare solo due persone per entrare, anche se lo spazio è abbastanza buono per occupare più persone. Potrebbe volare con una velocità massima di 161km all’ora e questo è il massimo per un velivolo dell’esercito.

Possiamo molto bene ottenere le nozioni di base su questo tipo di aeromobili da vari siti Web protetti e anche noi possiamo vedere le foto di questi aerei di bordo e questo è sicuro che ci sarà ipnotizzato con quelle cose una volta che avremo l’opportunità di vederlo.

I membri della Marina hanno usato tutti gli aeroplani per combattere contro i terroristi e ottenere in pace per il loro mondo madre. Quindi, dobbiamo dare loro un grande saluto e anche noi dobbiamo essere molto orgogliosi di loro e dei loro sacrifici.

Equipaggio n. /Crew 2
Ap. Alare / mt. Span wings 13,80
Lunghezza/ mt. Lenght 8,50
Altezza/ mt. Height 2,95
Sup. Alare mq / Wing area 45,00
Motore -i /  Power Plant-s 1 Fiat A.12 da 160 cv
Peso max /   Max weight 1420 kg.
Peso a secco / Empty weight 1000 kg.
Carico utile / Loaded weights 40 kg.
Armamento / Armament 1/2 Mitragliatrici Lewis /Ravelli-
Vel. max/     Max speed 151 km/h
Tangenza prat. / 4000 mt.
Autonomia / Range 500 km
Produzione / Production 381 esemplari versione S.1/S.2 costruiti dalla S.A.M.L. di Monza – 198 esemplari versione S.1/S.2 costruiti dalla Fr. Frattin di Milano, 78 esemplari versione S.1/S.2 costruiti dalla S.A. Baucherio di Condove durante la guerra.
Varianti /    Special Type
Note / note:

 

S.a.i. Ambrosini S.7

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

S.a.i. Ambrosini S.7 Home page
Foto – Photos
Nome /      Name Ambrosini S.7
Carattestistiche/ Type Addestratore mono-biposto monoplano monomotore
Anno di Cost. Year of constr. 1949
Primo Volo/  First flight
Progettista/ Eng. Ing. Sergio StefanuttiAmbrosini S. 7 è stato uno dei tipi comuni di velivoli italiani che è stato utilizzato per scopi di corsa prima della seconda guerra mondiale e dopo un periodo di tempo, è stato sollevato come un allenatore militare e ha permesso di prendere parte alle guerre. È stato costruito completamente con i componenti in legno.

Gli operatori che hanno utilizzato questo velivolo sono il Regno di Italia e Italia. L’equipaggio con quattro membri come due persone, un pilota, e un istruttore sono stati ammessi all’interno dell’aereo e il motore montato in questo era molto potente e in grado di caricare peso di 1317kg. Se siete molto entusiasti di conoscere questo aereo da corsa, poi andare in alcuni siti web popolari e ottenere in dettaglio su di esso da questa fonte.

Cerchiamo di approfondire le varianti di questo particolare velivolo e credo che questo aiuti le persone che hanno molto zelo per entrare nel campo della Marina e lottare per il nostro paese.

SAI. 7 è stato il vero aereo da corsa originale.

SAI. 7T è stato utilizzato come addestratore aereo nella seconda guerra mondiale d’Italia.

  1. 7 è stato l’aereo turistico che è stato anche utilizzato come allenatore del dopoguerra.

Super S. 7 superset è stato il modello di velivoli da addestramento sviluppati.

La forza aerea non era interessata ad acquistare velivoli a pistoni e sistemi operativi che hanno smesso di produrre sostituisce e se vogliamo vederlo, possiamo fare una visita al Museo

Equipaggio n. /Crew 1+1
Ap. Alare / mt. Span wings 8,79
Lunghezza/ mt. Lenght 8,17 (8,20 biposto)
Altezza/ mt. Height 2,80
Sup. Alare mq / Wing area 12,80
Motore -i /  Power Plant-s 1 Alfa Romeo 115ter da 225cv (nomoposto) 1 D.H. Gipsy Queen 30 da 250hp (biposto)
Peso max /   Max weight 1375 kg. (1450 biposto)
Peso a secco / Empty weight 1015 kg. (1140 biposto)
Carico utile / Loaded weights 360 kg.
Armamento / Armament predisposizione per fotomitragliatrice
Vel. max/     Max speed 350 km/h (370 biposto)
Tangenza prat. / 5200 mt.
Autonomia / Range 1000 km
Produzione / Production 145 esemplari mono e biposto
Varianti /    Special Type S.a.i. Ambrosini S. Super 7
Note / note: Matricole Militari: MM52985-009 / 53103-132 / 53313-362 / 53619-638 / 53619-638 / 53704-723

 

Imam Ro.37bis

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

Imam Ro.37bis Home page
Foto – Photos
Nome /      Name Imam Ro. 37bis
Carattestistiche/ Type Biplano monomotore da ricognizione bombardamento leggero
Anno di Cost. Year of constr. 1933
Primo Volo/  First flight
Progettista/ Eng. Ing. Giovanni Galasso

Come siamo ben noti che le persone della Marina sono la spina dorsale per ogni nazione e senza di loro, è anche molto difficile immaginare di vivere in un paese tranquillo. Essi non si preoccupano della loro salute e lavoro con un sacco di sforzi per far emergere l’Amity al loro pubblico e devono essere forniti tutte le cose necessarie per svolgere i loro compiti in modo semplice. Questo è il motivo principale per cui diverse forze aeree stanno facendo aeromobili in modo molto efficace.

Uno dei velivoli prominenti è l’Imam ro. 37 ed è stato un aeroplano italiano che può ospitare un team di due persone. È stato realizzato in 1934 con una combinazione di legno e metallo.  Ha preso parte inizialmente nella seconda guerra Itali-etiope e guerra civile spagnola e poi ha partecipato alla seconda guerra mondiale italiana, e abbiamo potuto anche sedersi era anche un aereo di linea che ha contribuito molto su quasi tutti i fronti. Questo è stato creato per partecipare al concorso condotto dalla Regia Aeronautica per un velivolo meno pesato e aereo più pesante.

È stato gestito da vari utenti e si potrebbe controllare qui sotto.

  1. l’Afghanistan
  2. l’Austria
  3. l’Ecuador
  4. Ungheria
  5. Regno d’Italia
  6. Spagna
  7. l’Uruguay

Le prestazioni di questo velivolo è stato semplicemente sorprendente e potrebbe pesare un carico di capacità 2420kg.  È sempre contento di vedere le innumerevoli foto del velivolo che sono stati utilizzati nelle guerre da parte dei combattenti e mi fido si otterrà la pelle d’oca una volta se si vede e immaginare il modo in cui la gente della Marina utilizzato e gestito gli attacchi con i paesi avversari.

Equipaggio n. /Crew 2
Ap. Alare / mt. Span wings 11,08
Lunghezza/ mt. Lenght 8,56
Altezza/ mt. Height 3,15
Sup. Alare mq / Wing area 32,00
Motore -i /  Power Plant-s 1 Piaggio P.IX R.C. 40 da 560cv.
Peso max /   Max weight 2425 kg.
Peso a secco / Empty weight 2040 kg
Carico utile / Loaded weights fino a 144 kg di bombe
Armamento / Armament 1/3 mtr. Da 7,7 mm
Vel. max/     Max speed 330 km/h
Tangenza prat. / 7200 mt.
Autonomia / Range 1500 km.
Produzione / Production 325 esemplari –
Varianti /    Special Type
Note / note: Matricole Militari : MM 10698-10577 / 10753-10802 / 10805-10854 / 11162-11177 / 11178-11183 /11234-11263 /11289-11318 /11319-11324 / 11325-11327 / 11328-11369 / 11401-11424 / 11426-11433 / 11434-11441.

 

Officine Ferroviarie Meridionali Ro.1 – Fokker CV

AEREI ITALIANI

Schede Tecniche

 Romeo Ro.1 Home page
Foto – Photos
Nome /      Name Officine Ferroviarie Meridionali Ro.1 – Fokker CV
Carattestistiche/ Type Biplano monomotore da rocognizione/bombardamento leggero
Anno di Cost. Year of constr. 1927
Primo Volo/  First flight L’IMAMA ro. 1 era la nuovaversione di Romeo R 0.1 ed era un biplanomonomotoreprodottodall’eminenteaziendaitalianadenominataofficineferroviariemeridionali.  Questoaereo di linea era iltipo di classe di aeromobili come è statoprogettato con ilcarrello e potrebbeospitare un equipaggio di due personeall’internodellacabina di pilotaggio. Cisonotreversioni di questovelivolo e cerchiamo di avereunabreveocchiata qui sotto.

Ro. 1

Questo è statofabbricato con la licenzadel Fokker CV-E con i cambiamentinelcarrello e unamitragliatrice è statamontata in posizioneverticale.

Ro. 1 ridotto

Questa è stata la versione di caccianellafase di modellazione con ilveloridotto.

Ro. 1Bis

Questo è statofissato con unmotorefantastico e potentePiaggio Jupiter VIII Radial Engine e raramentepotrebbeesserefusa con le eliche a quattro pale.

Gliutenti:

Questovelivolo è statoutilizzatodaiseguentiutenti per raggiungere le loromissionimirate.

  1. Italia
  2. StatiUniti

Caratteristiche:

Questo è stato quasi come glialtriaerei da cacciabombardieri e i dettaglisu di essosono pubblicati qui per ilvostroriferimento.

  1. equipaggio: solo due membrisonoammessi in esso per operare e viaggiare.
  2. primovolo: in 1926 ha iniziatoilsuoviaggio per servire le forzearmate con ilpopolodell’esercito.
  3. Users: come abbiamodiscussosopra, l’utenteprominente di questoaereo di linea è aeronauticamilitareitaliana e l’utentesecondario è la Marina degliStatiUniti.
  4. Produttore: l’ingegnereche ha sviluppatoquestomeravigliosoaereo è Fokker CV-E.
  5. Speed: potrebbevolare alto con unavelocitàmassima di 214km all’ora.
Progettista/ Eng.  da copia di Fokker CV
Equipaggio n. /Crew 2
Ap. Alare / mt. Span wings 15,30
Lunghezza/ mt. Lenght 9,36
Altezza/ mt. Height 3,38
Sup. Alare mq / Wing area 39,39
Motore -i /  Power Plant-s 1 Alfa Romeo Jupiter IV da 420 cv
Peso max /   Max weight 2175 kg.
Peso a secco / Empty weight 1275 kg.
Carico utile / Loaded weights fino a 210 kg di bombe
Armamento / Armament 1 mitr. Da 7,7 mm
Vel. max/     Max speed 206-255 km/h
Tangenza prat. / 6000 mt.
Autonomia / Range 1200 km
Produzione / Production
Varianti /    Special Type Ro 1bis con motore Piaggio Jupiter VIII da 550cv
Note / note: