Correva l’anno 1936 Vi proponiamo un articolo apparso su “L’Aerotecnica” 10 fascicolo:

Aeroplano da ricognizione strategica e da combattimento “Ro.37”

Il Ro. 37 è un apparecchio da ricognizione strategica c da combattimento, biplano, monomotore, biposto. Può venire montato normalmente sia con motore Fiat A.30 R. A. raffreddato ad acqua, che sviluppa 550 C. v. a 3000 m., sia con motore stellare Piaggio P. X. R., raffreddato ad aria, che sviluppa 700 c. v. a 1000 m. Può venire montato anche con motore Piaggio P. XI Re. 30 a doppia stella, della potenza di 950 c. v. a 3000 m. oppure con motore Gnòme -Rhòne « Mistral Major» 14 Kirs, della potenza di 870 c. v. a 3200 m.

Il « Ro. 37 » possiede una notevole autonomia, una elevata velocità orizzontale, con una ragguardevole velocità di salita ed un’ottima maneggevolezza, che unita all’elevato coefficiente di robustezza (14,5), gli consente di compiere qualsiasi evoluzione acrobatica. Il Ro. 37 con motore Fiat A. 30 R. A. sviluppa una velocità di 318 km/h a bassa quota e di 335 km/h a 3000 m., sale

a 6000 m. in 16′ ed ha un’autonomia. con carico normale di 835 kg. ed alla velocità di 280 km/h, di 1500 km. Con motore Piaggio P. X. R. esso sviluppa una velocità di 310 km/h a bassa quota e di 30Q a 2000 m., sale a 6000 m. in I8~2″ ed 1m un’autonomia, con lo stesso carico utile di 835 kg. ed alla velocità di 260 km/h, di 1350 km. La sua velocità di atterramento è 110 km/h. L’autonomia a serbatoi pieni è di 1750 km. con il motore Fiat; di 1600 con il motore Piaggio. misura massima delle ali superiori m. 11,08, delle inferiori m. 9,39; superficie portante totale m. 231,36; lunghezza massima dell’apparecchio m. 8,62 con motore Fiat, m. 8,56 con motore Piaggio Peso a vuoto kg. 1450.

L’ apparecchio è a doppio comando. I posti dell’equipaggio, dei quali quello del pilota è situato anteriormente, sono del tipo aperto.

Il parabrezza del pilota è costituito da tre ampi pannelli in vetro, che consentono una perfetta visibilità in ogni senso. Tra il posto dell’osservatore e quello del pilota è sistemata una protezione fissa a copertura trasparente, che permette dirette comunicazioni tra i due componenti dell’ equipaggio e costituisce all’estremità posteriore un deflettore di protezione dell’osservatore.

Invece della disposizione suddetta i posti dell’equipaggio possono venire protetti da una cabina chiudibile, completamente trasparente, costituita da un parabrezza anteriore, da una parte centrale fissa, entro cui può rientrare, scorrendo su guide longitudinali, la parte posteriore, e da due pannelli scorrevoli entro guide trasversali tra il parabrezza e la parte centrale. Detti pannelli sono regolabili indipendentemente in altezza, in modo che è possibile con uno di essi creare un riparo ove meglio aggrada, oppure con tutti e due chiudere completamente il posto del pilota.

Entrambe le sistemazioni consentono facilmente l’eventuale lancio con paracadute.

Il posto dell’osservatore è fornito sulle due fiancate di finestrini apri bili con deflettori e sul fondo di un ampio finestrino fisso con vetro di sicurezza, che consentono comode ed ottime possibilità di osservazione.

Il sedile del pilota è regolabile in altezza a terra. Quello dell’osservatore, a schienale ribaltabile, può venire fissato in volo a due diverse altezze, è girevole intorno al proprio asse verticale e può rotare verso la fiancata destra, in modo da lasciare completamente libera la parte centrale della fusoliera in corrispondenza del posto dell’osservatore.

Per il volo ad alta quota è prevista l’installazione dell’inalatore di ossigeno sia per il pilota sia per l’osservatore.

La cellula del « Ro. 37″ è biplana scalata, con ali a pianta rettangolare rastremata all’estremità e profilo biconvesso tipo Romeo.
L’ala superiore ha un diedro trasversale di 2°, ed un diedro in pianta di 2°30′.

Essa è costituita da un pianetto, sostenuto da montanti ed irrigidito da crociere, e da due semiali. L’ala inferiore è formata da due semiali incernierate direttamente alla fusoliera. Le ali sono collegate da montanti esterni e da crociere di tiranti lenticolari. I montanti sono in tubo di acciaio al Cr-Mo; i tiranti in acciaio ad alta resistenza.

Le ali sono costituite da due longheroni in tubo di duralluminio a sezione rettangolare, con fori di alleggerimento sulle pareti laterali e da centine a traliccio in legno; puntoni in tubo di duralluminio e crociere in filo di acciaio completano l’armatura interna. Tutti gli attacchi sono in lamiera di acciaio al Mn. saldata all’autogeno. Le ali sono completamente rivestite in tela; il bordo di attacco e le estremità sono ricoperti in compensato, rivestito in tela.

Gli alettoni, montati sull’ala superiore, sono costituiti da un tubo longherone di duralluminio e da centine in legno, e sono rivestiti in tela.

La fusoliera, a sezione rettangolare, è costruita in tubi di acciaio al Cr-Mo saldati all’autogeno. Gli attacchi sono di acciaio al Mn. Mentre le fiancate sono interamente in tubi, le travi superiori ed inferiori sono in parte controventate con crociere di acciaio ad alta resistenza. Per la rigidità torsionale tre ordinate sono controventate ; due, d’estremità, in tubi; una intermedia, dopo il posto dell’osservatore, con una crociera di fili.

Tanto il dorso quanto il fondo della fusoliera, da prua sino al pavimento dell’osservatore, sono ricoperti da cappottine in duralluminio, facilmente smontabili. I fianchi e la parte poppiera del fondo sono rivestiti in tela, la cui forma ò mantenuta sui fianchi da listelli di legno e sul fondo da lamiera in duralluminio.

Il castello motore ò pure in tubi di acciaio al Cr-Mo ed ò fissato alla fusoliera mediante sei bulloni. Esso è rivestito con copertine in duralluminio facilmente e rapidamente smontabili.

Dei due motori che possono venire montati, sull’apparecchio, il Fiat A. 30 R. A. è un motore del tipo sovradimensionato, raffreddato ad acqua, della potenza di 600 c. v. a terra, a gas ridotti ed a 2600 giri, la cui potenza di omologazione a 3000 m. ed a 2750 giri è di 550 c. v. Esso è munito di riduttore con rapporto 1/1,611.

Il Piaggio P. X. R., invece, è uno stellare a 9 cilindri raffreddato ad aria, munito di riduttore con rapporto 1/1,611 e di compressore a ventola; la sua potenza di omologazione, a 1000 m. di quota ed a 2350 giri, è di 700 c. v., mentre la potenza a terra ed allo stesso numero di giri è di 670 c. v.

L’elica per il motore Fiat A. 30 R. A. è metallica, a due pale, del diametro di m. 2,95. L’elica per il motore P. X .R. è tripala metallica, a passo regolabile a terra, di m. 3,15 di diametro.

Il castello motore, sia per il motore A. 30 R. A., sia per il motore P. X. R. è in tubi di acciaio al Cr-Mo saldati all’autogeno, e viene fissato alla fusoliera con sei bulloni. 11 castello per il motore A. 30 R. A. è munito di longherine in duralluminio, alle quali il motore viene fissato mediante cinque bulloni per parte.

Il motore P. X. R. viene fissato all’anello porta motore del castello mediante nove bulloni, con interposti tamponi elastici di gemma dura.

Detto motore è provvisto di anello Magni, facilmente smontabile per le operazioni di verifica.
Il Ro. 37 è a doppio comando. La trasmissione dei comandi ai timoni ed agli alettoni è realizzata con cavi flessibili di acciaio. L’incidente del piano fisso è regolabile in volo.

L’ossatura degl’ impennaggi è costruita interamente in acciaio i longheroni sono in tubo di acciaio al Cr-Mo, ad eccezione del pennone di deriva e del longherone principale del piano fisso che sono in profilati di lamiera di acciaio al manganese; le centine, a traliccio, ed i bordi di entrata e di uscita sono in tubetti di acciaio al C.

Gli impennaggi sono rivestiti completamente in tela e sono irrigiditi esternamente da due tiranti lenticolari in filo di acciaio ad elevata resistenza e da due puntoni in tubo di acciaio profilati.

Il carrello, del tipo aperto ad assali indipendenti, è munito di ammortizzatori oleo-elastici con molle di acciaio. Gli assali, con le relative pipe di attacco di estremità. sono in acciaio al Ni-Cr; le gambe posteriori sono costituite da tubi profilati in acciaio al Cr-Mo, mentre le gambe elastiche sono costituite da tubi a sezione circolare, pure in acciaio al Cr-Mo.

Le ruote, del tipo IV, sono munite di freni ad aria compressa e sono racchiuse in carenature aerodinamiche in lamiera. di elektron o di alluminio. I pneumatici sono di dimensioni 800 X 150. Gli assali e le gambe elastiche sono pure carenati con lamiera di alluminio o di elektron.

La ruota di coda, orientabile, è munita di pneumatico di 260 X 100, ed è portata da una forcella di lamiera di acciaio al Mn., che può ruotare in una sede portata da una piramide in tubi di acciaio incernierata sulla fusoliera e munita di ammortizzatore oleo-elastico. Un apposito dispositivo richiama la ruota nel piano longitudinale dell’apparecchio.

– 0 –

Issue ran the year 1936 proposes You an article appeared on “Aerotechnics” 10: Strategic reconnaissance plane and from combat “Ro.37” Ro. 37 is an apparatus from strategic reconnaissance c from combat, biplane, single-engine aeroplane, two-seater. It can come mounted normally is with motor Fiat A.30 cooled R. To to water, that C. v. to 3000 m. develops 550, is with radial engine Piaggio P. X. R., cooled to air, that c. v. to 1000 m. develops 700 Can come mounted also with motor Piaggio P. XI King 30 to double star, of the power of 950 c. v. to 3000 m. or with motor Gnòme – Rhòne “Mistral 14 Major” Kirs, of the 870 power of c. v. to 3200 m. The “Ro. 37 “possess a remarkable autonomy, one elevated horizontal speed, with a considerable speed of climb and an optimal ease of handling, than joined with the elevated ultimate factor (14,5), concurs it to complete whichever crobatic evolution. Ro. 37 with 30 Fiat motor To R. To develops a speed of 318 km/h at a low altitude and of 335 km/h to 3000 m., it knows them to 6000 m. in 16′ and has an autonomy with normal cargo of 835 kg. and to the speed of 280 km/h, 1500 km. With motor Piaggio P. X. R. it develops a speed of 310 km/h at a low altitude and of 30Q to 2000 m., it knows them to 6000 m. in I8~2 “and 1m an autonomy, with the same payload of 835 kg. and to the speed of 260 km/h, 1350 km. Its speed of knocking down is 110 km/h. The autonomy to full tanks is of 1750 km. with the Fiat motor; of the 1600 with the Piaggio. motor maximum measure of advanced wings m. 11,08, inferiors m. 9,39; carrying surface total m. 231,36; the maximum length of apparatus m. 8,62 with Fiat motor, m. 8,56 with Piaggio motor Weight empty kg. 1450. The apparatus is to dual control. The places of the crew, of which that one of the pilot is situated front, is of the open type. The windshield of the pilot is constituted from three wide panels in glass, that perfect visibility in every sense concurs one. Between the place of the observer and that one of the pilot a fixed protection to transparent cover is arranged, that it allows directed communications between the two members of the crew and constitutes to the posterior extremity a baffle plate of protection of the observer. Instead of the aforesaid disposition the places of the crew they can come protect from a chiudibile cabin, completely transparent, constituted from a front windshield, from a part centers them fixed, within which she can re-enter, sliding on longitudinal guides, the posterior part, and from two flowing panels within cross-sectional guides between the windshield and the part they centers. Sayings panels are adjustable independently in height, so that it is possible with one of they to create a shelter where better aggrada, or with all and two to completely close the place of the pilot. Both the sistemazioni easy concur the eventual launch with parachute. The place of the observer is supplied on the two flanks of windows opens biles with baffle plates and on the bottom of a wide fixed window with emergency glass, that comfortable and optimal possibilities of observation concur. The seat of the pilot is adjustable in height to earth. That one of the observer, to ribaltabile back, can come fixed in flight to two various heights, is revolving around to just the vertical axis and can rotare towards the skillful flank, so as to to leave the part completely free they of the fuselage in correspondence of the place of the observer centers. For the flight to high quota the installation of the inalatore of oxygen is previewed is for the pilot is for the observer. The cell of the “Ro. 37″are biglide down climbed, with wings to rectangular plant tapered to the extremity and biconvex profile Romeo type. The advanced wing has a cross-sectional dihedron of 2°, and a dihedron in plant of 2°30 ‘. It is constituted from a pianetto, supported from mounting and hardened from cruises, and two halves wing. The inferior wing is formed from two hinged halves wing directly to the fuselage. The wings are connected from mounting external and pulling cruises of lenticular. Mounting is in steel tube to the Cr-Mo; pulling in high-tensile steel. The wings are constituted from two spars in tube of duralluminio to rectangular section, with holes of lightening on the sidewalls and from centers to attice in wood; struts in tube of duralluminio and cruises in steel thread complete the inner armor. All the attacks are in steel sheet to the Mn. knit to the autogenous one. The wings completely are covered in burlap; the skirt and the extremities are covered in plywood, covered in burlap. The ailerons, mount to you on the advanced wing, they are constituted from a tube spar of duralluminio and centers in wood, and are you cover yourself in burlap. The fuselage, to rectangular section, is constructed in steel tubes to the Cr-Mo knits you to the autogenous one. The attacks are of steel to the Mn. While the flanks are entire in tubes, the advanced beams and inferior they are in part controventate with high-tensile steel cruises. For ordered torsionale rigidity three they are controventate; two, of extremity, in tubes; an intermediate one, after the place of the observer, with a cruise of threads. As well as the back how much the bottom of the fuselage, from prow until to the pavement of the observer, is covered from cappottine in duralluminio, easy smontabili. The flanks and the poppiera part of the bottom are are covered in burlap, whose maintained shape ò on the flanks from listelli of wood and on the bottom from sheet in duralluminio. The motor castle ò also in steel tubes to the fixed Cr-Mo and ò to the fuselage by means of six bolts. It is covered with covered some in duralluminio easy and quickly smontabili. Of the two motors that can come it mounts to you, on the apparatus, 30 Fiat To R. To is a motor of the overdimensioned type, cooled to water, of the power of 600 c. v. to earth, to reduced gases and to 2600 turns, whose power of homologation to 3000 m. and 2750 550 turns is of c. v. It it is fortified of reducer with relationship 1/1,611. The Piaggio P. X. R., instead, is one stellar to 9 cylinders cooled to air, fortified of reducer with relationship 1/1,611 and compressor to impeller; its power of homologation, to 1000 m. of quota and 2350 turns, is of 700 c. v., while the power to earth and the same number of 670 turns is of c. v. The propeller for 30 the Fiat motor To R. To is metallic, to two shovels, of the diameter of m. 2,95. The propeller for the motor P. X R. is tripala metallic, to adjustable step to earth, of m. 3,15 of diameter. The motor castle, is for the motor To 30 R. To, it is for the motor P. X. R. is in steel tubes to the Cr-Mo it knits you to the autogenous one, and comes fixed to the fuselage with six bolts. 11 castle for the motor To 30 R. To is fortified of longherine in duralluminio, to which the motor comes fixed by means of five bolts for part. The motor P. X. R. comes fixed to the ring motor door of the castle by means of nine bolts, with interposed elastic hard gem pads. Motor saying is supplied of ring Magni, easy smontabile for the verification operations. Ro. 37 is to dual control. The transmission of the commandos to the rudders and the ailerons is realized with flexible steel cables. The incident of the fixed plan is adjustable in flight. The skeleton degl’ tail units is constructed entire in steel the spars is in steel tube to the Cr-Mo, ad.eccezione.del fin post and of the main spar of the fixed plan that is in it outlines you of sheet of steel to manganese; the centers, to attice, and the escape and entrance edges are in tubetti of steel to the C. The tail units are are covered completely in burlap and are hardened externally from two pulling lenticular ones in steel thread to elevated resistance and from two struts in steel tube it outlines to you. The undercarriage, of the opened type to independent axles, is fortified of oleo-elastic shocks-absorber with steel motivatings force. The axles, with the relative ones pipe of extremity attack are in steel to the Ni-Cr; the posterior legs are constituted from tubes outline to you in steel to the Cr-Mo, while the elastic legs are constituted from tubes to circular section, also in steel to the Cr-Mo. The wheels, of type IV, are fortified of brakes to compressed air and are enclosed in aerodynamic fairings in sheet. of elektron or aluminum. The tires are of dimensions 800 X 150. The axles and the elastic legs are pure careen to you with sheet of aluminum or elektron. The wheel of tail, adjustable, is fortified of tire of 260 X 100, and is capacity from a steel sheet staple to the Mn., that pyramid in the hinged on fuselage and fortified steel tubes can ruotare in one center capacity from one of oleo-elastic shock-absorber. An appropriate device recalls the wheel in the longitudinal plan of the apparatus.

Torna agli articoli storici

Torna home page

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *