in Uncategorized

Piaggio P.C. 7

AEREI ITALIANI

Con questa semplice pagina pagina, che nasce dalla gentile concessione di una foto dell’Archivio del nostro amico Carlo D’Agostino, Noi di Aerei Italiani vogliamo ricordare il geniale, quanto per certi versi sfortunato, ingegnere Giovanni Pegna e la Sua piu’ grande creatura il Piaggio P.C. 7:

Il Piaggio P. 7 è altrimenti noto anche come Piaggio Pegna P. C. 7. Piaggio P. 7 era un aereo da corsa italiano (Racing con un aereo è una categoria di Motorsport che comprende velivoli o altri tipi di aeromobili per competere su una gara). Un idrovolante è un’automobile con ala rigida come struttura che aiuta l’automobile a decollare e atterrare sull’acqua. È stato progettato e costruito da Piaggio per la gara 1929 Schneider Trophy. In ogni anno, questo trofeo è stato conferito a colui che vince la gara per cavalcare idrovolanti e barche volanti. Questo trofeo è ora conservato al Science Museum, South Kensington, Londra.

Questo idrovolante, Piaggio P. 7 è stato costruito con il doppio strato di compensato. Un tessuto spesso strato come struttura è posato tra lo strato di compensato che è impermeabile. Il corpo principale dell’idrovolante aveva paratie a prova d’acqua e conteneva due sottili scatole di galleggiamento in alluminio ondulato. Per l’accensione è stato utilizzato un motore 800-HP Isotta Fraschini V-6. Questo motore guida la lama e l’elica marina con frizioni separate per ciascuno. La superficie superiore dell’ala funge da radiatore del refrigerante. Gli aliscafi danno stabilità sull’acqua. La velocità massima proiettata dell’idrovolante è 434 mph. Clicca qui ora per conoscere in dettaglio la struttura completa dell’idrovolante.

Dal momento che era l’era di partenza per gli idrovolanti, molti piloti hanno rifiutato di guidare questo idrovolante. In mezzo a questo, Tommaso Dal Molin, un team italiano di Schneider, si è presentato per testare l’idrovolante. Ha eseguito alcuni test sull’acqua sul lago di Garda, situato nel nord Italia. Il fumo causato dagli idrovolanti durante la fase di accensione ha reso difficile vedere l’aereo durante il decollo. Le frizioni hanno anche creato problemi sempre più. Quindi, questo aereo non è mai volato.

Nome: Piaggio P.C. 7 – – Piaggio Pegna Corsa 7

Anno: 1928

Caratteristiche: Idroplano da corsa

Equipaggio: 1 uomini

Apertura alare: 8,75 mt.

Lunghezza: 8,84 mt.

Superficie alare: 9,83 mq.

Motore/i: 1 Isotta Fraschini da 800 hp

Peso massimo al decollo: 1.686 kg

Velocita’ massima: 600 km/h (calcolata).

Autonomia operativa: – km.

Produzione: 2 esemplari M.M. 126 – M.M. 127

Dati tecnici forniti dal Sito Libreria & Avioshop-

Giovanni Pegna : http://www.aeronautica.difesa.it/Storia/Personaggi/personaggi(pegna).html

Un ricordo del Reparto Velocita’: http://www.aviogatti.it/piaggio1.htm

Torna agli articoli storici

Post Comment